Tag Archives: Desini

Lettera aperta all’ex assessore Piga

Gianfranco PigaCaro Gian Franco, questa lettera non vuole essere un’attacco frontale e meschino nei confronti della Persona. Al contrario, in queste due righe vorremo rimarcare la stima che il movimento cinque stelle di Sennori nutre nei tuoi confronti, prova ne sia il nostro appoggio morale alla tua prima lettera di dimissioni. I tuoi modi pacati e riflessivi e il tuo atteggiamento umile e rispettoso, ha fatto di te un buon avversario politico ma allo stesso tempo un buon interlocutore, atteggiamento costruttivo e positivo per un assessore. lo stesso atteggiamento evidentemente non sempre apprezzato e talvolta frainteso dalla stessa giunta di cui tu facevi parte fino all’altro ieri.

Il tuo modo di agire avrebbe trovato terreno fertile in un movimento come il nostro, giacché l’unico nostro obiettivo è quello di mettersi a disposizione dei cittadini senza avere tornaconti personali e di ciò siamo ancora sicuri.
Ciò che ci lascia perplessi è la tua scelta, per noi ingiustificata, di soprassedere alla tua prima decisione di lasciare la delega di assessore, dopo gli insulti gratuiti del sindaco che sono andati a tangere il tuo operato. A volte non bastano le scuse o i ripensamenti “Berlusconi style” per far ritornare sui propri passi una persona offesa sull’onore, ma è necessaria una motivazione in più.

Abbiamo ancora vivo il ricordo, dei duri attacchi che gran parte dell’opposizione avanzava nei tuoi confronti, farciti di insulti personali, mentre la maggioranza della quale tu facevi parte e i tuoi “cari compagni di partito” non avanzavano nessuna difesa nei tuoi confronti. Ci siamo rimasti male per te.
Dal quel famoso e confuso consiglio emersero due tesi contrastanti che parlano a volte di scelte di partito, a volte di ritorno per il bene della comunità… Una cosa a noi è chiara: quando pronunciavi parole di riappacificazione, e quando dichiaravi che da ora in poi le cose sarebbero cambiate e che ancora credevi nei tuoi compagni, noi non abbian minimamente creduto a quelle frasi perché te lo si leggeva in faccia il tuo malumore.
Ci rendiamo conto che ora qualsiasi domanda è del tutto inutile poiché trova la sua risposta nelle tue ulteriori dimissioni dove pare evidente che i problemi  esistevano, esistono e non sono stati risolti.
Quindi Gian Franco una cosa rimane ancora poco chiara… perché hai voluto allungare il brodo? La tua prima lettera di denuncia era già abbastanza eloquente. E’ il non Sense di questa tua decisione, alla luce di quanto accaduto ora, che ci lascia perplessi.
Ebbene,  ma allora perché un uomo così per bene alla fine ha lasciato carta bianca alla giunta  uscendo da perdente in questa vicenda?  E’ palese, difatti, che il tuo sincero tentativo di migliorare l’ormai disastrato settore dei servizi sociali non abbia portato alcun giovamento… Indubbiamente siamo consapevoli del tuo impegno e della tua onestà intellettuale nell’affrontare un compito così arduo, in un periodo così difficile
però ci pare evidente come la tua ultima scelta non ha la stessa onestà per due motivi:
é irrispettosa nei confronti di tutte le persone che ti hanno votato.
dimettendoti da consigliere hai evitato di vigilare sulle malefatte, oltretutto da te stesso denunciate, dell’amministrazione di cui facevi parte, lavandotene le mani come Ponzio Pilato e fuggendo dal triste ma allo stesso tempo responsabile ruolo di esser nuovamente l’ago della bilancia per l’eventuale caduta della giunta.

Potevi responsabilmente lasciare la carica da Assessore ma lottare da consigliere, invece questa tua scelta salva la poltrona di colui che ti ha definito incompetente.
Tutto ciò per noi è incomprensibile e lo rimarrà.

Leave a Comment

Filed under Varie

Resoconto del Consiglio Comunale del 30/10/2012

  Errore in buonafede o atto di omissione volontaria?

 Link streaming seduta del 30/10/2012 (parte 1, parte 2)

 Doveva essere una formalità e si è invece trasformato in acceso dibattittito il consiglio Comunale del 30/10.

pochi punti all’ordine del giorno, ricapitoliamoli:

ORDINE DEL GIORNO

1. Adempimenti preliminari ai sensi dell’art. 30 del Regolamento del Consiglio;

2. Commissione Elettorale Comunale. Surroga componente dimissionario;

3. Commissioni Consiliari permanenti di cui all’art. 14 del Regolamento del Consiglio e delle Commissioni Consiliari Permanenti. Surroga componente dimissionario nelle Commissioni N. 1 e N. 2;
4. Commissione Consiliare per l’assegnazione alloggi A.R.E.A.. Surroga componente dimissionario;
5. Commissione Comunale per la formazione degli elenchi dei Giudici Popolari. Surroga componente dimissionario;
6. Commissione Comunale Toponomastica. Surroga componente dimissionario;
7. Regolamento Compagnia Barracellare. Approvazione;
8. Designazione Capitano Compagnia Barracellare. Conferma;
9. Rinnovo Compagnia Barracellare. Triennio 2012 – 2015.

Si inizia come al solito con le Interrogazioni:

Il Consigliere Ogana chiede delucidazioni sui cestini raccoglitori delle pile esauste e l’Assessore Leoni risponde che verranno ripristinati al più presto.

Inoltre viene chiesta  la motivazione delle doppie inaugurazioni che oramai sembrano una costante per questa  amministrazione. Ci si riferisce all’intitolazione del nuovo campo da calcetto del rione “Su Monte” al concittadino Giuseppe Urgeghe, già deliberata anni fà dalla vecchia amministrazione e riproposta anche oggi. Ammissione di colpa dell’Assessore Cocco che riferisce di aver cercato la Delibera ma di non averla ritrovata in Archivio, un qui pro quo…

Minuto di raccoglimento chiesto dal Consigliere Sassu Fabio per l’ulteriore vittima militare italiana in Afghanistan e controreplica del consigliere Senes che ricorda come siano numerose le morti bianche sul Lavoro e che verrà quindi chiesto un minuto di raccoglimento in egual maniera anche per questa fattispecie…a nostro avviso strumentalizzazione forzata e polemica abbastanza sterile.

Interviene poi il Consigliere Piu con  il suo discorso. Per quanto riguarda l’ufficio Programazione interviene il Sindaco Desini, promettendo che dal 15 novembre sarà istituito e verrà “girato” in quest’ ufficio uno dei due ragazzi assunti nel piano “Master and Back”. Quindi avremo un ragazzo Architetto assunto a tempo determinato a capo dell’ Ufficio Programmazione, l’ufficio che secondo il nostro sindaco avrebbe dovuto cambiare le sorti delll’amministrazione.

Poi l’Assessore Leoni risponde alla richiesta di delucidazioni sullo stato di conservazione e sui progetti presenti e futuri portati avanti dall’amministrazione per quanto riguarda i siti archoeologici e il loro sfruttamento. La risposta è: NON CI SONO SOLDI!! giuriamo di aver già sentito questa risposta.

Per quanto riguarda l’istituzione dell’ URP, il Sindaco Desini risponde che sicuramente sarà istituito per il prossimo anno allorchè ci sarà una rivisitazione dei ruoli all’interno delle macro aree amministrative, causa anche alcuni pensionamenti.

Sul fronte “Acqua del Sindaco” e il risparmio che ne consegue, il Sindaco risponde che NON CI SONO SOLDI. Quindi ciò che capiamo è che non ci sono soldi per un eventuale risparmio futuro…e tanti saluti alla programmazione.

L’ Assesore Piga, Assessore alla pubblica istruzione, per quanto riguarda le spese folli che devono affrontare le famiglie nell’ acquisto dei testi scolastici, risponde che si informerà perchè non è al corrente di questo fatto.

Votata anche la Surroga dell’ex Consigliere Bianchi per quanto riguarda le commissioni suddette. Ora il Consigliere Piu è ufficialmente in carica.

il Consiglio non vota gli altri punti all’ordine del giorno sul regolamento della compagnia Barracellare. Spunta un accordo fra Amministrazione e Compagnia Barracellare, ove viene specificato che l’impegno di spesa destinato alla remunarazione delle prestazioni di Protezione Civile(10.000€ all’anno per tre anni), vanno destinati alla Compagnia barracellare. Un protocollo d’intesa che doveva essere presentato ai consiglieri in Commissione o comunque prima della votazione in Consiglio che invece viene oscurato. Fatto gravissimo, errore in buonafede o atto di omissione volontaria?

2 Comments

Filed under Consiglio Comunale