Tag Archives: testamento Biologico

Mozioni a 5 stelle: resoconto dell’ultimo consiglio comunale

movimento-5-stelle

Il MoVimento 5 stelle presenta una mozione dal titolo ”Acqua Bene Comune” in cui chiede la modifica dello statuto comunale in direzione del riconoscimento dell’acqua come diritto umano fondamentale, ossia la garanzia dell’accesso all’acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e l’attribuzione all’acqua dello statuto di “bene comune pubblico dell’umanità”. Così come il 12 e 13 giugno 2011 ha chiesto la maggioranza assoluta del popolo italiano votando “Sì” ai quesiti Referendari. Il Consiglio si è esposto favorevolmente riconoscere la natura pubblica della gestione del servizio idrico integrato, ma si riserva di convocare una Commissione ad hoc per la modifica dello statuto Comunale.

Il Consiglio Comunale si riserva la formalizzazione di un regolamento anche per quanto riguarda l’adozione di cani assistiti dal Comune di Sennori nel Canile di Olbia. La Proposta del Consigliere Piu è quella di corrispondere a ogni cittadino di Sennori un contributo, pari a 300€, per l’adozione, documentata, di un cane che al momento costa alle casse comunali circa 730€.

I consiglieri si esprimono favorevolmente anche all’adozione di un Registro per la raccolta del Testamento Biologico, riservato a tutti i cittadini residenti nel Comune di Sennori che ha come finalità di autenticare, raccogliere e conservare le dichiarazioni di tutti i cittadini che hanno redatto una dichiarazione anticipata di trattamento in materia di accettazione o rifiuto, nonché scelta delle terapie in caso di successiva incapacità, nel caso si verifichi l’evento di danno alla salute previsto.

Discorso a parte merita la mozione sull’adozione di un regolamento per il riconoscimento delle unioni Civili. Il Consiglio si esprime in merito bocciando l’iniziativa. Il MoVimento si riserva di ripresentare la mozione in quanto dalla discussione in aula è emerso ben chiaro il diniego e il rifiuto della maggior parte dei consiglieri sulle nozze omosessuali, tematica ben distinta da quella trattata nel testo della mozione.

Bocciato anche il progetto di Bilancio Partecipativo. Presentato come un progetto in forma sperimentale, da testare in itinere all’interno delle stesse istituzioni cittadine, è rifiutato per presunta difficoltà di applicazione. L’istituzione del Bilancio Partecipativo è anche una forma di trasparenza, partecipazione che coinvolge i cittadini nel processo della gestione pubblica attraverso forme di democrazia diretta. Dopo una verifica di fattibilità in cui dei tecnici valutano la fattibilità delle proposte ricevute indicando una stima dei costi e se possibile i tempi necessari per l’attuazione, si attua una scelta di priorità: le informazioni derivanti dallo studio di fattibilità sono comunicate e i cittadini sono chiamati a esprimere la propria preferenza e a istituire una Griglia delle Priorità. In base all’esito della votazione le proposte con il maggior numero di votazioni, entro la cifra stanziata per il Bilancio Partecipativo, sono inserite nel Bilancio Previsionale dell’anno successivo. La maggioranza avversa la mozione e vanta forme di differenti di coinvolgimento cittadino.

Leave a Comment

Filed under Consiglio Comunale, Varie